Le terze a Mateinitaly

novembre 26, 2014

Gli insegnanti di matematica della Bachelet hanno proposto ai ragazzi di terza media la visita alla mostra Mateinitaly presso la Triennale di Milano per aiutare gli alunni a prendere consapevolezza che nella matematica, oltre al rigore e ai principi che la caratterizzano, c’è spazio per la creatività, la progettualità e la discussione, indispensabili per avanzare nella conoscenza.
Di seguito i commenti di alcuni alunni di 3A.

“La mostra che abbiamo visitato alla Triennale di Milano mi è piaciuta molto perché ho potuto imparare qualcosa in più su quanto affrontato in classe. In particolar modo mi è piaciuto il fatto che tutta la mostra era interattiva: è stato quindi possibile giocare letteralmente con la matematica, sperimentando sul posto sfide e giochi.” (Benedetta)

“La mostra consisteva in una serie di sale, ciascuna inerente un diverso argomento scientifico-matematico. Quella che più mi è piaciuta era quella dedicata alla rappresentazione del Sistema Solare: era infatti possibile scegliere un pianeta qualsiasi come centro del sistema e osservare le orbite del Sole e degli altri pianeti di conseguenza. Questo mi ha appassionato particolarmente anche perché in scienza avevo fatto un approfondimento sulla concezione di Ticho Brahe, intermedio tra quello di Tolomeo e di Galileo, sul Sistema Solare che forse non tutti conoscono.” (Giulia)

“La mostra mi è piaciuta molto soprattutto per la sua interattività: infatti non era una di quelle mostre noiose che non piace ad alcuno ma era una di quelle mostre in cui anche il visitatore si sente parte di essa.” (Matteo G.)

“Quello che mi ha colpito di più è stato il gioco che, grazie a dei laser, riconosceva il numero indicato dalle dita e con esso faceva delle isometrie fantastiche e di grande impatto visivo.” (Riccardo )